Nome Utente password
Scommettiamo che smetti

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ritiene che l’unica via oggi praticabile per far fronte all’impatto sociale delle principali patologie, consista in un miglior utilizzo dei principi e dei metodi di approccio tipici delle “cure primarie”, applicabili anche alle patologie fumo-correlate e in particolare alle malattie respiratorie croniche, poiché la maggior parte delle consultazioni per questi problemi avviene proprio nell’ambito della Medicina Generale. il MMG ha un ruolo fondamentale nella lotta al tabagismo, per la stretta relazione che lo lega ai suoi pazienti e per la possibilità di seguirli nel tempo.

Le linee Guida internazionali e nazionali basate sulle evidenze scienti che forniscono chiare raccomandazioni per il trattamento del paziente tabagista e delle patologie croniche fumo-correlate in particolare quelle respiratorie. tuttavia non è infrequente notare come sia difficile nella pratica clinica attuare sia le raccomandazioni di base che il controllo stesso delle malattie correlate ad alterati stili di vita. Obiettivo del corso è adeguare le competenze del MMG alla più ottimale gestione del problema fumo e al più appropriato utilizzo di tutti i mezzi a disposizione per contrastare l’abitudine tabagica in modo da poter dare la migliore risposta programmatica ai bisogni della popolazione, proponendo un metodo strutturato e standardizzato di approccio al paziente fumato per stimolare, orientare e gestire la richiesta di cessare la dipendenza dal fumo.

Sulla base di queste considerazioni abbiamo deciso di di intraprendere con il contributo non condizionato della Novartis, un percorso di formazione di quattro colleghi MMG della Cooperativa che dopo aver seguito un corso di formazione seguito presso il Centro per il Trattamento del Tabagismo dell’AORN Cardarelli (resp. Dott.ssa Paola Martucci) inizieranno la loro opera di facilitatore di “smoke cessation” in stretta collaborazione con i Colleghi che effettuano le spirometrie.

SERVIZI

News in evidenza
  • Artrite reumatoide : necessità di diagnosi precoce
    Lo Specialista Reumatologo è chiamato a seguire sia pazienti con malattie autoimmuni sistemiche ( che compromettono se non prontamente affrontate la funzione e l'aspettativa di vita e che colpiscono circa il 2% della popolazione generale ), sia pazienti con malattie dell'apparato locomotore di durata variabile ( che hanno, comunque, un'evoluzione lenta e sono prive di impatto sulla durata di vita ). Questa realtà si traduce in un ostacolo alle cure precoci di pazienti che ne hanno uno stretto bisogno da parte di pazienti affetti da condizioni poco o per nulla evolutive. È importante, quindi, che il Medico di Medicina Generale sia in grado di identificare i pazienti del primo gruppo in modo da assicurarne un pronto invio allo Specialista. leggi news
  • IBIS Breast Cancer Risk Evaluation Tool
    Software versione 8 del settembre 2017 - Propedeutico alla prescrizione degli esami per mutazione BRCA1 e 2 E' un software (gratuito) per valutare il rischio di sviluppo del cancro alla mammella e alle ovaie, anche in donne che non sono in età di screening e che quindi , quasi sempre, sfuggono al monitoraggio. Al termine dell'inserimento dei dati richiesti, viene elaborato un grafico dove vi è un confronto tra la curva del rischio personale e la curva del rischio della popolazione di riferimento, viene anche indicato la % del rischio di alterazione del gene BRCA1 e BRCA 2, se questo è superiore a 10% la probabilità è alta e la paziente è candidata all'esame genetico. Questo, fa si che l'esame venga eseguito solo sulla popolazione effettivamente a rischio, con, anche, un risparmio di risorse. leggi news
  • L'Ospedale incontra il Territorio
    Santa Maria delle Grazie, un ospedale di eccellenza al servizio del territorio Assistenza territoriale e assistenza ospedaliera rappresentano due pilastri del Sistema Sanitario che occorre far lavorare in modo coordinato e complementare. Spesso nel nostro Mezzogiorno questi due ambiti sono stati disgiunti: eccellenze del territorio o dell'ospedale additate come esempi di rilievo, rimanevano "isole" senza che quel modello potesse diventare patrimonio per il contesto in cui si collocavano. Il convegno "L'ospedale incontra il territorio" - primo di una serie - si pone l'obiettivo di mettere a disposizione della medicina del territorio le eccellenze professionali, tecnologiche e organizzative che il Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli sta riuscendo ad esprimere negli ultimi anni. Per un'intera giornata ci confronteremo tra chi vive le corsie dell'ospedale flegreo, chi veste con passione il camice negli ambulatori cittadini e chi gestisce l'organizzazione. Per un'intera giornata discuteremo in nome della prospettiva che ci accomuna: la tutela della salute di chi si affida a noi. Antonio d'Amore Direttore Generale leggi news
  • Il percorso assistenziale del paziente con neoplasia testa-collo: il ruolo del MMG e dello specialista nell'orientamento del paziente
    Sabato 26 maggio 2018 alle 9.00 presso l'Auditorio del Centro per la Vita "Don Luigi Saccone" Ex Villaggio del Fanciullo a Pozzuoli un evento imperdibile su un argomento che non abbiamo mai affrontato, con la presenza del dott. Americo Mastella Direttore della Otorinolaringoiatria dell'Ospedale S. Maria delle Grazie di Pozzuoli (NA) e della nostra Collega la dott.ssa Annamaria Scamardella, MMG e Specialista ORL. L'evento prevede l'assegnazione di 5 crediti ECM. leggi news
SPONSOR
ti interessa
questo spazio?

contatta il webmaster
Società Cooperativa a.r.l.
PROGETTO LEONARDO
Presidente: Dott. BOVE FILIPPO
C.D.A.:
Dott. Fariello Ciro, Dott. Giugliano Roberto, Dott. Merone Laura, Dott. Parascandola Tullio,
Dott. Schiano Agostino, Dott. Scilla Alfonso, Dott. Smaldone Massimo
WEBMASTER

Francesco Schiano di Cola
CONSULENZA INFORMATICA

Configurazione PC, Periferiche, Reti LAN
Software di gestione cartella clinica
Partner MILLEWIN per Napoli e Provincia
Realizzazione siti web
www.fsconsult.it - info@fsconsult.it